giancarlo in tempi migliori

giancarlo in tempi migliori

venerdì 30 aprile 2010

OFFICE 2010 RTM PROLUNGARE PERIODO UTILIZZO IN PROVA





Come abbiamo già visto Microsoft, per permettere una prova più completa e prolungata, facilita la possibilità di allungare fino a tre volte i 30 giorni di prova per un totale 120 giorni dopo l'installazione di Windows 7 effettuando un Rearm, la spiegazione in questo tip precedente:

REARM WINDOWS 7

Analogamente possiamo fare la stessa cosa con Office 2010 RTM Beta e precisamente moltiplicare il periodo di prova fino a 5 volte quello della durata di 30 giorni per un totale di 180 giorni ( 6 mesi)

Questa diversità dei tempi forse è dovuta alla differenza di complessità e quindi la possibilità di verificare e provare il programma per un tempo sufficiente a darne una visione completa e funzionale delle sue caratteristiche ed anche delle sue difficoltà d'uso:

Questa la metodica:

START/TUTTI I PROGRAMMI/ACCESSORI/PROMPT DEI COMANDI/CLICK DESTRO SUL PROMPT/ESEGUI COME AMMINISTRATORE/NELLA FINESTRA "AMMINISTRATORE: CMD.EXE "DIGITARE:

FATE COPIA/INCOLLA DI QUESTA STRINGA,

"C:\Program Files\Common Files\microsoft shared\OfficeSoftwareProtectionPlatform\OSPPREARM.EXE"

INVIO

Come dicevo questo comando può essere reiterato 5 volte, dopo la quinta volta non funzionerà più.
Va da se che è meglio, prima di lanciarlo aspettare il giorno più vicino alla scadenza dei 30 giorni per sfruttarne al massimo il periodo di prova che avrà quindi un massimo di 6 mesi potendo essere ripetuto per 5 volte più i 30 giorni inziali che iniziano dopo l'attivazione.

OFFICE 2010 bETA

OFFICE 2010 RTM PROLUNGARE PERIODO UTILIZZO IN PROVA





Come abbiamo già visto Microsoft, per permettere una prova più completa e prolungata, facilita la possibilità di allungare fino a tre volte i 30 giorni di prova per un totale 120 giorni dopo l'installazione di Windows 7 effettuando un Rearm, la spiegazione in questo tip precedente:

REARM WINDOWS 7

Analogamente possiamo fare la stessa cosa con Office 2010 RTM Beta e precisamente moltiplicare il periodo di prova fino a 5 volte quello della durata di 30 giorni per un totale di 180 giorni ( 6 mesi)

Questa diversità dei tempi forse è dovuta alla differenza di complessità e quindi la possibilità di verificare e provare il programma per un tempo sufficiente a darne una visione completa e funzionale delle sue caratteristiche ed anche delle sue difficoltà d'uso:

Questa la metodica:

START/TUTTI I PROGRAMMI/ACCESSORI/PROMPT DEI COMANDI/CLICK DESTRO SUL PROMPT/ESEGUI COME AMMINISTRATORE/NELLA FINESTRA "AMMINISTRATORE: CMD.EXE "DIGITARE:

FATE COPIA/INCOLLA DI QUESTA STRINGA,

"C:\Program Files\Common Files\microsoft shared\OfficeSoftwareProtectionPlatform\OSPPREARM.EXE"

INVIO

Come dicevo questo comando può essere reiterato 5 volte, dopo la quinta volta non funzionerà più.
Va da se che è meglio, prima di lanciarlo aspettare il giorno più vicino alla scadenza dei 30 giorni per sfruttarne al massimo il periodo di prova che avrà quindi un massimo di 6 mesi potendo essere ripetuto per 5 volte più i 30 giorni inziali che iniziano dopo l'attivazione.

OFFICE 2010 bETA

giovedì 29 aprile 2010

CARTELLE SPECIALI FRA DUE SEGNI % O VARIABILI D'AMBIENTE.



Nel sistema operativo Windows ci sono delle cartelle speciali che hanno come caratteristica quella di essere racchiuse tra due segni percentuali %....%.

Questa sigla ha un nome ossia VARIABILI D'AMBIENTE, per capire come si evidenziano basta digitare, sia in Windows Vista sia in Windows 7 , nella casella cerca o in ESEGUI ad esempio:

%TEMP%

e vedremo aprirsi la cartella corrispondente ossia la cartella TEMP.
Questa cartella contiene i file temporanei che può essere svuotata tranquillamente senza pericolo, perchè si tratta di file superflui tranne quelli creati nella ultime 24 ore che potrebbero servire.

Ci sono anche altre variabili d'ambiente ad esempio:

%windir% che apre la cartella Windows.

%appdata% che apre la cartella che contiene le caratteristiche della applicazioni installate.

%userprofile% che apre la cartella dei dati dell'utente.

Il prompt dei comandi di Windows mette a disposizione il programma SET che consente di visualizzare il nome e il contenuto delle variabili d'ambiente relative alla shell correntemente attiva e di creare o modificare il contenuto di queste variabili..

LISTA VARIABILI D'AMBIENTE PREDEFINITE

Variabile


Tipo


Descrizione

%ALLUSERSPROFILE%


Utente


Posizione del profilo All Users

%APPDATA%


Utente


Posizione dove le applicazioni memorizzano i dati di default

%CD%


Utente


Directory corrente di lavoro

%CMDCMDLINE%


Utente


La stringa completa utilizzata per eseguire la copia corrente di Cmd.exe

%CMDEXTVERSION%


Sistema


Numero di versione del processore di comandi corrente

%COMPUTERNAME%


Sistema


Nome del computer

%COMSPEC%


Sistema


Percorso alla shell dei comandi

%DATE%


Sistema


Data corrente nel formato utilizzato dal comando data /t

%ERRORLEVEL%


Sistema


Codice di errore dell'ultimo comando eseguito. Un valore nullo equivale tipicamente a nessun errore

%HOMEDRIVE%


Sistema


Lettera del drive connesso alla directory home dell'utente. Viene impostato in base al percorso della directory home

%HOMEPATH%


Sistema


Locazione della directory home dell'utente

%HOMESHARE%


Sistema


Percorso di rete alla directory home condivisa dell'utente.

%LOGONSEVER%


Utente


Nome del controllor di dominio che ha autorizzato la sessione corrente di logon

%NUMBER_OF_PROCESSORS%


Sistema


Numero di processori del sistema

%OS%


Sistema


Nome del sistema operativo. Per Windows XP per esempio la variabile prende il valore “Windows_NT”

%PATH%


Sistema


Specifica il percorso di ricerca per gli eseguibili

%PATHEXT%


Sistema


Lista delle estensioni che il sistema operativo considera come file eseguibili

%PROCESSOR_ARCHITECTURE%


Sistema


Architettura della CPU o delle CPU installate nel computer

%PROCESSOR_IDENTIFIER%


Sistema


Descrizione della CPU

%PROCESSOR_LEVEL%


Sistema


Numero di modello della CPU installata nel computer

%PROCESSOR_REVISION%


Sistema


Numero di revisione della CPU

%PROGRAMFILES%


Sistema


Cartella di installazione di default dei programmi

%PROMPT%


Utente


Stringa del prompt dei comandi dell'interprete corrente.

%RANDOM%


Sistema


Numero decimale casuale tra 0 e 32767

%SYSTEMDRIVE%


Sistema


Lettera di unità del drive che contiene la directory principale di Windows XP

%SYSTEMROOT%


Sistema


Percorso completo alla directory principale di Windows XP

%TEMP% e %TMP%


Sistema e Utente


Directory dove i programmi memorizzano dati temporanei disponibili per l'utente correntemente loggato

%TIME%


Sistema


Ora corrente nello stesso formato utilizzato dal comando time /t

%USERDOMAIN%


Utente


Dominio del quale fa parte l'utente corrente

%USERNAME%


Utente


Nome dell'utente correntemente loggato

%USERPROFILE%


Utente


Percorso completo del profilo dell'utente corrente

%WINDIR%


Sistema


Percorso alla directory del sistema operativo

CARTELLE SPECIALI FRA DUE SEGNI % O VARIABILI D'AMBIENTE.



Nel sistema operativo Windows ci sono delle cartelle speciali che hanno come caratteristica quella di essere racchiuse tra due segni percentuali %....%.

Questa sigla ha un nome ossia VARIABILI D'AMBIENTE, per capire come si evidenziano basta digitare, sia in Windows Vista sia in Windows 7 , nella casella cerca o in ESEGUI ad esempio:

%TEMP%

e vedremo aprirsi la cartella corrispondente ossia la cartella TEMP.
Questa cartella contiene i file temporanei che può essere svuotata tranquillamente senza pericolo, perchè si tratta di file superflui tranne quelli creati nella ultime 24 ore che potrebbero servire.

Ci sono anche altre variabili d'ambiente ad esempio:

%windir% che apre la cartella Windows.

%appdata% che apre la cartella che contiene le caratteristiche della applicazioni installate.

%userprofile% che apre la cartella dei dati dell'utente.

Il prompt dei comandi di Windows mette a disposizione il programma SET che consente di visualizzare il nome e il contenuto delle variabili d'ambiente relative alla shell correntemente attiva e di creare o modificare il contenuto di queste variabili..

LISTA VARIABILI D'AMBIENTE PREDEFINITE

Variabile


Tipo


Descrizione

%ALLUSERSPROFILE%


Utente


Posizione del profilo All Users

%APPDATA%


Utente


Posizione dove le applicazioni memorizzano i dati di default

%CD%


Utente


Directory corrente di lavoro

%CMDCMDLINE%


Utente


La stringa completa utilizzata per eseguire la copia corrente di Cmd.exe

%CMDEXTVERSION%


Sistema


Numero di versione del processore di comandi corrente

%COMPUTERNAME%


Sistema


Nome del computer

%COMSPEC%


Sistema


Percorso alla shell dei comandi

%DATE%


Sistema


Data corrente nel formato utilizzato dal comando data /t

%ERRORLEVEL%


Sistema


Codice di errore dell'ultimo comando eseguito. Un valore nullo equivale tipicamente a nessun errore

%HOMEDRIVE%


Sistema


Lettera del drive connesso alla directory home dell'utente. Viene impostato in base al percorso della directory home

%HOMEPATH%


Sistema


Locazione della directory home dell'utente

%HOMESHARE%


Sistema


Percorso di rete alla directory home condivisa dell'utente.

%LOGONSEVER%


Utente


Nome del controllor di dominio che ha autorizzato la sessione corrente di logon

%NUMBER_OF_PROCESSORS%


Sistema


Numero di processori del sistema

%OS%


Sistema


Nome del sistema operativo. Per Windows XP per esempio la variabile prende il valore “Windows_NT”

%PATH%


Sistema


Specifica il percorso di ricerca per gli eseguibili

%PATHEXT%


Sistema


Lista delle estensioni che il sistema operativo considera come file eseguibili

%PROCESSOR_ARCHITECTURE%


Sistema


Architettura della CPU o delle CPU installate nel computer

%PROCESSOR_IDENTIFIER%


Sistema


Descrizione della CPU

%PROCESSOR_LEVEL%


Sistema


Numero di modello della CPU installata nel computer

%PROCESSOR_REVISION%


Sistema


Numero di revisione della CPU

%PROGRAMFILES%


Sistema


Cartella di installazione di default dei programmi

%PROMPT%


Utente


Stringa del prompt dei comandi dell'interprete corrente.

%RANDOM%


Sistema


Numero decimale casuale tra 0 e 32767

%SYSTEMDRIVE%


Sistema


Lettera di unità del drive che contiene la directory principale di Windows XP

%SYSTEMROOT%


Sistema


Percorso completo alla directory principale di Windows XP

%TEMP% e %TMP%


Sistema e Utente


Directory dove i programmi memorizzano dati temporanei disponibili per l'utente correntemente loggato

%TIME%


Sistema


Ora corrente nello stesso formato utilizzato dal comando time /t

%USERDOMAIN%


Utente


Dominio del quale fa parte l'utente corrente

%USERNAME%


Utente


Nome dell'utente correntemente loggato

%USERPROFILE%


Utente


Percorso completo del profilo dell'utente corrente

%WINDIR%


Sistema


Percorso alla directory del sistema operativo

martedì 27 aprile 2010

PINGARE CHE PASSIONE







Voglio accennare a questo comando, molto utile in determinate situazioni, per stabilire se una connessione, un sito risponde alla nostra sollecitazione.

Considerazioni che rappresentano spesso la soluzione a problemi di connettività difficilmente spiegabili in altro modo.

Chi maneggia queste macchine e soprattutto che usa Windows è perfetamente a conoscenza della sua modalità di utilizzo, per i neofiti può servire per cercare di risolvere i loro problemi contingenti:

Quindi il comando PING permette di verificare se un computer remoto o un sito web sono attivi ed in condizioni di rispondere ma soprattutto in quanto tempo lo possono fare.
Il comando PING può essere seguito da uno spazio e dal parametro -T e poi dall'indirizzo IP o dal nome del computer o del sito Wen che si desidera verificare.

La finestra che si apre mostra se il computer remoto risponde ed in quanto tempo misurato in Millisecondi.

Facciamo un esempio, parliamo sempre della finestra ottenuta con il click destro sul PROMPT DEI COMANDI/ESEGUI COME AMMINISTRATORE: e leggiamo il titolo nella finestra:
AMMINISTRATORE:CMD.EXE

I due esempii senza e con il parametro -t li potete vedere nelle immagini che allego, dove: in una la prova si ferma dopo quattro collegamenti mentre nell'altra con il comando -t continua all'infinito a pingare il sito, perchè questo è il significato di quel parametro.

Il comando supporta molte altre opzioni che possiamo leggere con il comado Ping seguito da uno slash e dal punto interrogativo. Anche questi li potete vedere nella terza immagine allegata.

Si può anche pingare conoscendo soltanto l'indirizzo IP del sito che vogliamo verificare.

PINGARE CHE PASSIONE







Voglio accennare a questo comando, molto utile in determinate situazioni, per stabilire se una connessione, un sito risponde alla nostra sollecitazione.

Considerazioni che rappresentano spesso la soluzione a problemi di connettività difficilmente spiegabili in altro modo.

Chi maneggia queste macchine e soprattutto che usa Windows è perfetamente a conoscenza della sua modalità di utilizzo, per i neofiti può servire per cercare di risolvere i loro problemi contingenti:

Quindi il comando PING permette di verificare se un computer remoto o un sito web sono attivi ed in condizioni di rispondere ma soprattutto in quanto tempo lo possono fare.
Il comando PING può essere seguito da uno spazio e dal parametro -T e poi dall'indirizzo IP o dal nome del computer o del sito Wen che si desidera verificare.

La finestra che si apre mostra se il computer remoto risponde ed in quanto tempo misurato in Millisecondi.

Facciamo un esempio, parliamo sempre della finestra ottenuta con il click destro sul PROMPT DEI COMANDI/ESEGUI COME AMMINISTRATORE: e leggiamo il titolo nella finestra:
AMMINISTRATORE:CMD.EXE

I due esempii senza e con il parametro -t li potete vedere nelle immagini che allego, dove: in una la prova si ferma dopo quattro collegamenti mentre nell'altra con il comando -t continua all'infinito a pingare il sito, perchè questo è il significato di quel parametro.

Il comando supporta molte altre opzioni che possiamo leggere con il comado Ping seguito da uno slash e dal punto interrogativo. Anche questi li potete vedere nella terza immagine allegata.

Si può anche pingare conoscendo soltanto l'indirizzo IP del sito che vogliamo verificare.

domenica 25 aprile 2010

TASTI DI SCELTA RAPIDA CON LA TASTIERA IN WINDOWS 7




F1
Visualizzare la Guida

CTRL+C
Copiare l'elemento selezionato

CTRL+X
Tagliare l'elemento selezionato

CTRL+V
Incollare l'elemento selezionato

CTRL+Z
Annullare un'operazione

CTRL+Y
Eseguire di nuovo un'operazione

CANC
Eliminare l'elemento selezionato e spostarlo nel Cestino

MAIUSC di destra+CANC
Eliminare l'elemento selezionato senza spostarlo nel Cestino

F2
Rinominare l'elemento selezionato

CTRL+freccia DESTRA
Spostare il cursore all'inizio della parola successiva

CTRL+freccia SINISTRA
Spostare il cursore all'inizio della parola precedente

CTRL+freccia GIÙ
Spostare il cursore all'inizio del paragrafo successivo

CTRL+freccia SU
Spostare il cursore all'inizio del paragrafo precedente

CTRL+MAIUSC con un tasto di direzione
Selezionare un blocco di testo

MAIUSC con un tasto di direzione
Selezionare più di un elemento in una finestra o sul desktop oppure selezionare testo all'interno di un documento

CTRL+A

Selezionare tutti gli elementi in un documento o una finestra

F3

Cercare un file o una cartella

ALT+INVIO

Visualizzare le proprietà dell'elemento selezionato

ALT+F4

Chiudere l'elemento attivo o uscire dal programma attivo

ALT+BARRA SPAZIATRICE

Visualizzare il menu di scelta rapida per la finestra attiva

CTRL+F4

Chiudere il documento attivo nei programmi che consentono di avere più documenti aperti contemporaneamente

ALT+TAB

Spostarsi tra elementi aperti

CTRL+ALT+TAB

Utilizzare i tasti di direzione per spostarsi tra gli elementi aperti

CTRL+rotellina di scorrimento del mouse


**********************************************************


Tasto logo Windows +TAB

Passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero

CTRL+tasto logo Windows +TAB

Utilizzare i tasti di direzione per passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero


ALT+ESC

Passare da un elemento a un altro nell'ordine in cui sono stati aperti

F6

Passare da un elemento a un altro in una finestra o sul desktop

F4

Visualizzare l'elenco della barra degli indirizzi in Esplora risorse di Windows

MAIUSC+F10

Visualizzare il menu di scelta rapida per l'elemento selezionato

CTRL+ESC

Aprire il menu Start

ALT+lettera sottolineata

Visualizzare il menu corrispondente


ALT+lettera sottolineata

Eseguire il comando di menu corrispondente (o un altro comando sottolineato)


F10

Attivare la barra dei menu nel programma attivo


Freccia DESTRA

Aprire il menu successivo a destra o aprire un sottomenu


Freccia SINISTRA

Aprire il menu successivo a sinistra o chiudere un sottomenu


F5

Aggiornare la finestra attiva


ALT+freccia SU

Visualizzare la cartella di livello superiore rispetto a quella selezionata in Esplora risorse di Windows


ESC

Annullare l'operazione corrente


CTRL+MAIUSC+ESC

Aprire Gestione attività


MAIUSC all'inserimento di un CD

Impedire l'esecuzione automatica del CD

CTRL+TAB

Passare alle schede successive


CTRL+MAIUSC+TAB

Tornare alle schede precedenti


TAB

Passare alle opzioni successive


MAIUSC+TAB

Tornare alle opzioni precedenti


ALT+lettera sottolineata

Eseguire il comando o selezionare l'opzione associata a tale lettera


INVIO

Sostituisce il clic del mouse per molti comandi selezionati


BARRA SPAZIATRICE

Selezionare o deselezionare la casella di controllo se l'opzione attiva è una casella di controllo


Tasti di direzione

Selezionare un pulsante se l'opzione attiva è un gruppo di pulsanti di opzione


F1

Visualizzare la Guida

Tasti di scelta rapida con il tasto logo Windows



Tasto logo Windows

Aprire o chiudere il menu Start.


Tasto logo Windows +PAUSA

Visualizzare la finestra di dialogo Proprietà del sistema.


Tasto logo Windows +D

Visualizzare il desktop.


Tasto logo Windows +M

Ridurre a icona tutte le finestre.


Tasto logo Windows +MAIUSC+M

Ripristinare sul desktop le finestre ridotte a icona.


Tasto logo Windows +E

Aprire Computer.


Tasto logo Windows +F

Cercare un file o una cartella.


CTRL+tasto logo Windows +F

Cercare un computer, se si è connessi a una rete.


Tasto logo Windows +L

Bloccare il computer o cambiare utente.


Tasto logo Windows +R

Aprire la finestra di dialogo Esegui.


Tasto logo Windows +T

Passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni.


Tasto logo Windows +numero

Avviare il programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata
dal numero. Passare al programma, se è già in esecuzione.


MAIUSC+tasto logo Windows +numero

Avviare una nuova istanza del programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata dal numero.


CTRL+tasto logo Windows +numero

Passare all'ultima finestra attiva del programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata dal numero.


ALT+tasto logo Windows +numero

Aprire il Jump List per il programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata dal numero.


Tasto logo Windows +TAB

Passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero.


CTRL+tasto logo Windows +TAB

Utilizzare i tasti di direzione per passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero.


CTRL+tasto logo Windows +B

Passare al programma che ha visualizzato un messaggio nell'area di notifica.


Tasto logo Windows +BARRA SPAZIATRICE

Visualizzare un'anteprima del desktop.


Tasto logo Windows +freccia SU

Ingrandire la finestra.


Tasto logo Windows +freccia SINISTRA

Ingrandire la finestra sul lato sinistro dello schermo.


Tasto logo Windows +freccia DESTRA

Ingrandire la finestra sul lato destro dello schermo.


Tasto logo Windows +freccia GIÙ

Ridurre la finestra a icona.


Tasto logo Windows +HOME

Ridurre tutto a icona tranne la finestra attiva.


Tasto logo Windows +MAIUSC+freccia SU

Allungare la finestra verso la parte superiore e inferiore dello schermo.


Tasto logo Windows +MAIUSC+freccia SINISTRA o DESTRA

Spostare una finestra da un monitor a un altro.


Tasto logo Windows +P

Scegliere una modalità di visualizzazione della presentazione.


Tasto logo Windows +G

Passare da un gadget a un altro.


Tasto logo Windows +U

Aprire Centro accessibilità.

CTRL+N

Aprire una nuova finestra


CTRL+MAIUSC+N

Creare una nuova cartella

HOME

Visualizzare la parte superiore della finestra attiva


F11

Ingrandire o ridurre a icona la finestra attiva


BLOC NUM+ASTERISCO (*) sul tastierino numerico

Visualizzare tutte le sottocartelle della cartella selezionata


BLOC NUM+SEGNO PIÙ (+) sul tastierino numerico

Visualizzare il contenuto della cartella selezionata


BLOC NUM+SEGNO MENO (+) sul tastierino numerico

Comprimere la cartella selezionata


Freccia SINISTRA

Comprimere la selezione corrente se è espansa oppure selezionare la cartella padre


ALT+INVIO

Aprire la finestra di dialogo Proprietà per l'elemento selezionato.


ALT+P

Visualizzare il riquadro di anteprima


ALT+freccia SINISTRA

Visualizzare la cartella precedente


Freccia DESTRA

Visualizzare la selezione corrente se è compressa oppure selezionare la prima sottocartella


ALT+freccia DESTRA

Visualizzare la cartella successiva


ALT+freccia SU

Visualizzare la cartella padre


CTRL+rotellina di scorrimento del mouse

Modificare le dimensioni e l'aspetto delle icone dei file e delle cartelle


ALT+I

Selezionare la barra degli indirizzi

Tasti di scelta rapida di Connessione desktop remoto



ALT+PGSU

Passare da un programma all'altro da sinistra verso destra.


ALT+PGGIÙ

Passare da un programma all'altro da destra verso sinistra.


ALT+INS

Passare da un programma a un altro secondo l'ordine in cui sono stati avviati i
programmi.


ALT+HOME

Visualizzare il menu Start.


CTRL+ALT+INTERR

Passare alternativamente da una finestra allo schermo intero.


CTRL+ALT+FINE

Visualizzare la finestra di dialogo Sicurezza di Windows.


ALT+CANC

Visualizzare il menu di sistema.


CTRL+ALT+SEGNO MENO (-) del tastierino numerico

Inserire una copia della finestra attiva, all'interno del client, negli Appunti di Terminal Server, con una funzionalità analoga a quella della combinazione di tasti

ALT+STAMP in un computer locale.


CTRL+ALT+SEGNO PIÙ (+) del tastierino numerico

Inserire una copia dell'intera area della finestra del client negli Appunti di Terminal Server, con una funzionalità analoga a quella del tasto STAMP in un computer locale.

asti di scelta rapida di WordPad


CTRL+N

Creare un nuovo documento


CTRL+F12

Aprire un documento esistente


MAIUSC+F12

Salvare le modifiche apportate a un documento


MAIUSC+F12

Salvare il documento come nuovo file


CTRL+MAIUSC+F12

Stampare un documento


ALT+F4

Chiudere WordPad


CTRL+Z

Annullare una modifica


CTRL+Y

Ripetere una modifica


CTRL+A

Selezionare l'intero documento


CTRL+X

Tagliare una selezione


CTRL+C

Copiare una selezione negli Appunti


CTRL+V

Incollare una selezione dagli Appunti


CTRL+B

Applicare il grassetto al testo selezionato


CTRL+I

Applicare il corsivo al testo selezionato


CTRL+U

Sottolineare il testo selezionato


CTRL+=

Applicare il formato pedice al testo selezionato


CTRL+MAIUSC+=

Applicare il formato apice al testo selezionato


CTRL+L

Allineare il testo a sinistra


CTRL+E

Centrare il testo


CTRL+R

Allineare il testo a destra


CTRL+J

Giustificare il testo


CTRL+1

Impostare l'interlinea singola


CTRL+2

Impostare l'interlinea doppia


CTRL+5

Impostare l'interlinea sul valore 1,5


CTRL+MAIUSC+>

Aumentare la dimensione del carattere


CTRL+MAIUSC+<

Ridurre la dimensione del carattere


CTRL+MAIUSC+A

Impostare i caratteri tutti in maiuscolo


CTRL+MAIUSC+L

Modificare lo stile dell'elenco puntato


CTRL+D

Inserire un disegno di Microsoft Paint


CTRL+MAIUSC+T

Trovare testo in un documento


F3

Trovare l'istanza successiva del testo nella finestra di dialogo Trova


CTRL+H

Sostituire testo in un documento


CTRL+freccia SINISTRA

Spostare il cursore di una parola a sinistra


CTRL+freccia DESTRA

Spostare il cursore di una parola a destra


CTRL+freccia SU

Spostare il cursore alla riga superiore


CTRL+freccia GIÙ

Spostare il cursore alla riga inferiore


CTRL+HOME

Spostarsi all'inizio del documento


CTRL+FINE

Spostarsi alla fine del documento


CTRL+PGSU

Spostarsi indietro di una pagina


CTRL+PGGIÙ

Spostarsi avanti di una pagina


CTRL+CANC

Eliminare la parola seguente

TASTI DI SCELTA RAPIDA CON LA TASTIERA IN WINDOWS 7




F1
Visualizzare la Guida

CTRL+C
Copiare l'elemento selezionato

CTRL+X
Tagliare l'elemento selezionato

CTRL+V
Incollare l'elemento selezionato

CTRL+Z
Annullare un'operazione

CTRL+Y
Eseguire di nuovo un'operazione

CANC
Eliminare l'elemento selezionato e spostarlo nel Cestino

MAIUSC di destra+CANC
Eliminare l'elemento selezionato senza spostarlo nel Cestino

F2
Rinominare l'elemento selezionato

CTRL+freccia DESTRA
Spostare il cursore all'inizio della parola successiva

CTRL+freccia SINISTRA
Spostare il cursore all'inizio della parola precedente

CTRL+freccia GIÙ
Spostare il cursore all'inizio del paragrafo successivo

CTRL+freccia SU
Spostare il cursore all'inizio del paragrafo precedente

CTRL+MAIUSC con un tasto di direzione
Selezionare un blocco di testo

MAIUSC con un tasto di direzione
Selezionare più di un elemento in una finestra o sul desktop oppure selezionare testo all'interno di un documento

CTRL+A

Selezionare tutti gli elementi in un documento o una finestra

F3

Cercare un file o una cartella

ALT+INVIO

Visualizzare le proprietà dell'elemento selezionato

ALT+F4

Chiudere l'elemento attivo o uscire dal programma attivo

ALT+BARRA SPAZIATRICE

Visualizzare il menu di scelta rapida per la finestra attiva

CTRL+F4

Chiudere il documento attivo nei programmi che consentono di avere più documenti aperti contemporaneamente

ALT+TAB

Spostarsi tra elementi aperti

CTRL+ALT+TAB

Utilizzare i tasti di direzione per spostarsi tra gli elementi aperti

CTRL+rotellina di scorrimento del mouse


**********************************************************


Tasto logo Windows +TAB

Passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero

CTRL+tasto logo Windows +TAB

Utilizzare i tasti di direzione per passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero


ALT+ESC

Passare da un elemento a un altro nell'ordine in cui sono stati aperti

F6

Passare da un elemento a un altro in una finestra o sul desktop

F4

Visualizzare l'elenco della barra degli indirizzi in Esplora risorse di Windows

MAIUSC+F10

Visualizzare il menu di scelta rapida per l'elemento selezionato

CTRL+ESC

Aprire il menu Start

ALT+lettera sottolineata

Visualizzare il menu corrispondente


ALT+lettera sottolineata

Eseguire il comando di menu corrispondente (o un altro comando sottolineato)


F10

Attivare la barra dei menu nel programma attivo


Freccia DESTRA

Aprire il menu successivo a destra o aprire un sottomenu


Freccia SINISTRA

Aprire il menu successivo a sinistra o chiudere un sottomenu


F5

Aggiornare la finestra attiva


ALT+freccia SU

Visualizzare la cartella di livello superiore rispetto a quella selezionata in Esplora risorse di Windows


ESC

Annullare l'operazione corrente


CTRL+MAIUSC+ESC

Aprire Gestione attività


MAIUSC all'inserimento di un CD

Impedire l'esecuzione automatica del CD

CTRL+TAB

Passare alle schede successive


CTRL+MAIUSC+TAB

Tornare alle schede precedenti


TAB

Passare alle opzioni successive


MAIUSC+TAB

Tornare alle opzioni precedenti


ALT+lettera sottolineata

Eseguire il comando o selezionare l'opzione associata a tale lettera


INVIO

Sostituisce il clic del mouse per molti comandi selezionati


BARRA SPAZIATRICE

Selezionare o deselezionare la casella di controllo se l'opzione attiva è una casella di controllo


Tasti di direzione

Selezionare un pulsante se l'opzione attiva è un gruppo di pulsanti di opzione


F1

Visualizzare la Guida

Tasti di scelta rapida con il tasto logo Windows



Tasto logo Windows

Aprire o chiudere il menu Start.


Tasto logo Windows +PAUSA

Visualizzare la finestra di dialogo Proprietà del sistema.


Tasto logo Windows +D

Visualizzare il desktop.


Tasto logo Windows +M

Ridurre a icona tutte le finestre.


Tasto logo Windows +MAIUSC+M

Ripristinare sul desktop le finestre ridotte a icona.


Tasto logo Windows +E

Aprire Computer.


Tasto logo Windows +F

Cercare un file o una cartella.


CTRL+tasto logo Windows +F

Cercare un computer, se si è connessi a una rete.


Tasto logo Windows +L

Bloccare il computer o cambiare utente.


Tasto logo Windows +R

Aprire la finestra di dialogo Esegui.


Tasto logo Windows +T

Passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni.


Tasto logo Windows +numero

Avviare il programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata
dal numero. Passare al programma, se è già in esecuzione.


MAIUSC+tasto logo Windows +numero

Avviare una nuova istanza del programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata dal numero.


CTRL+tasto logo Windows +numero

Passare all'ultima finestra attiva del programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata dal numero.


ALT+tasto logo Windows +numero

Aprire il Jump List per il programma aggiunto alla barra delle applicazioni nella posizione indicata dal numero.


Tasto logo Windows +TAB

Passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero.


CTRL+tasto logo Windows +TAB

Utilizzare i tasti di direzione per passare da un programma a un altro sulla barra delle applicazioni utilizzando Scorrimento 3D Aero.


CTRL+tasto logo Windows +B

Passare al programma che ha visualizzato un messaggio nell'area di notifica.


Tasto logo Windows +BARRA SPAZIATRICE

Visualizzare un'anteprima del desktop.


Tasto logo Windows +freccia SU

Ingrandire la finestra.


Tasto logo Windows +freccia SINISTRA

Ingrandire la finestra sul lato sinistro dello schermo.


Tasto logo Windows +freccia DESTRA

Ingrandire la finestra sul lato destro dello schermo.


Tasto logo Windows +freccia GIÙ

Ridurre la finestra a icona.


Tasto logo Windows +HOME

Ridurre tutto a icona tranne la finestra attiva.


Tasto logo Windows +MAIUSC+freccia SU

Allungare la finestra verso la parte superiore e inferiore dello schermo.


Tasto logo Windows +MAIUSC+freccia SINISTRA o DESTRA

Spostare una finestra da un monitor a un altro.


Tasto logo Windows +P

Scegliere una modalità di visualizzazione della presentazione.


Tasto logo Windows +G

Passare da un gadget a un altro.


Tasto logo Windows +U

Aprire Centro accessibilità.

CTRL+N

Aprire una nuova finestra


CTRL+MAIUSC+N

Creare una nuova cartella

HOME

Visualizzare la parte superiore della finestra attiva


F11

Ingrandire o ridurre a icona la finestra attiva


BLOC NUM+ASTERISCO (*) sul tastierino numerico

Visualizzare tutte le sottocartelle della cartella selezionata


BLOC NUM+SEGNO PIÙ (+) sul tastierino numerico

Visualizzare il contenuto della cartella selezionata


BLOC NUM+SEGNO MENO (+) sul tastierino numerico

Comprimere la cartella selezionata


Freccia SINISTRA

Comprimere la selezione corrente se è espansa oppure selezionare la cartella padre


ALT+INVIO

Aprire la finestra di dialogo Proprietà per l'elemento selezionato.


ALT+P

Visualizzare il riquadro di anteprima


ALT+freccia SINISTRA

Visualizzare la cartella precedente


Freccia DESTRA

Visualizzare la selezione corrente se è compressa oppure selezionare la prima sottocartella


ALT+freccia DESTRA

Visualizzare la cartella successiva


ALT+freccia SU

Visualizzare la cartella padre


CTRL+rotellina di scorrimento del mouse

Modificare le dimensioni e l'aspetto delle icone dei file e delle cartelle


ALT+I

Selezionare la barra degli indirizzi

Tasti di scelta rapida di Connessione desktop remoto



ALT+PGSU

Passare da un programma all'altro da sinistra verso destra.


ALT+PGGIÙ

Passare da un programma all'altro da destra verso sinistra.


ALT+INS

Passare da un programma a un altro secondo l'ordine in cui sono stati avviati i
programmi.


ALT+HOME

Visualizzare il menu Start.


CTRL+ALT+INTERR

Passare alternativamente da una finestra allo schermo intero.


CTRL+ALT+FINE

Visualizzare la finestra di dialogo Sicurezza di Windows.


ALT+CANC

Visualizzare il menu di sistema.


CTRL+ALT+SEGNO MENO (-) del tastierino numerico

Inserire una copia della finestra attiva, all'interno del client, negli Appunti di Terminal Server, con una funzionalità analoga a quella della combinazione di tasti

ALT+STAMP in un computer locale.


CTRL+ALT+SEGNO PIÙ (+) del tastierino numerico

Inserire una copia dell'intera area della finestra del client negli Appunti di Terminal Server, con una funzionalità analoga a quella del tasto STAMP in un computer locale.

asti di scelta rapida di WordPad


CTRL+N

Creare un nuovo documento


CTRL+F12

Aprire un documento esistente


MAIUSC+F12

Salvare le modifiche apportate a un documento


MAIUSC+F12

Salvare il documento come nuovo file


CTRL+MAIUSC+F12

Stampare un documento


ALT+F4

Chiudere WordPad


CTRL+Z

Annullare una modifica


CTRL+Y

Ripetere una modifica


CTRL+A

Selezionare l'intero documento


CTRL+X

Tagliare una selezione


CTRL+C

Copiare una selezione negli Appunti


CTRL+V

Incollare una selezione dagli Appunti


CTRL+B

Applicare il grassetto al testo selezionato


CTRL+I

Applicare il corsivo al testo selezionato


CTRL+U

Sottolineare il testo selezionato


CTRL+=

Applicare il formato pedice al testo selezionato


CTRL+MAIUSC+=

Applicare il formato apice al testo selezionato


CTRL+L

Allineare il testo a sinistra


CTRL+E

Centrare il testo


CTRL+R

Allineare il testo a destra


CTRL+J

Giustificare il testo


CTRL+1

Impostare l'interlinea singola


CTRL+2

Impostare l'interlinea doppia


CTRL+5

Impostare l'interlinea sul valore 1,5


CTRL+MAIUSC+>

Aumentare la dimensione del carattere


CTRL+MAIUSC+<

Ridurre la dimensione del carattere


CTRL+MAIUSC+A

Impostare i caratteri tutti in maiuscolo


CTRL+MAIUSC+L

Modificare lo stile dell'elenco puntato


CTRL+D

Inserire un disegno di Microsoft Paint


CTRL+MAIUSC+T

Trovare testo in un documento


F3

Trovare l'istanza successiva del testo nella finestra di dialogo Trova


CTRL+H

Sostituire testo in un documento


CTRL+freccia SINISTRA

Spostare il cursore di una parola a sinistra


CTRL+freccia DESTRA

Spostare il cursore di una parola a destra


CTRL+freccia SU

Spostare il cursore alla riga superiore


CTRL+freccia GIÙ

Spostare il cursore alla riga inferiore


CTRL+HOME

Spostarsi all'inizio del documento


CTRL+FINE

Spostarsi alla fine del documento


CTRL+PGSU

Spostarsi indietro di una pagina


CTRL+PGGIÙ

Spostarsi avanti di una pagina


CTRL+CANC

Eliminare la parola seguente

DOCX VIEWER APERTURA E LETTURA DEI FILE DOCX SENZA WORD INSTALLATO



DocX Viewer è una piccola e comoda utility per vedere documenti di Word 2007 e 2010 senza avere Word installato.

Questo programmino di 500 Kb stand alone, lo ritengo molto utile perchè sono moltissimi quelli che non hanno installato Office e quindi Word, proprio perchè non ne hanno la necessità d'uso.

Una cosa da fare è quella di assegnare l'apertura dei file *.docx a questo programma che può essere fatta o dal sistema operativo quando ci chiede con quale programma aprire quel determinato file oppure direttamente dal programma stesso dalle Option/Set Docx come programma visualizzatore di default dei file Docx.

Scompattare il file scaricato in una cartella ed utilizzarlo senza installazione.

Features

  1. Portable. This tool need no installation, you can take it wherever you need to view docx file.
  2. Light. This 600KB program can view the files as MS WordViewer which is 50MB of size does.
  3. Fast. With Wonder Studio's Direct DocX technology, it works ten times faster than OpenXML Viewer(on Firefox) and much faster than any other docx viewer.
  4. Accurate. You will see much more accurate layout and appearance than Google's "view as HTML" and OpenXML Viewer.
DOWLOAD

DOCX VIEWER APERTURA E LETTURA DEI FILE DOCX SENZA WORD INSTALLATO



DocX Viewer è una piccola e comoda utility per vedere documenti di Word 2007 e 2010 senza avere Word installato.

Questo programmino di 500 Kb stand alone, lo ritengo molto utile perchè sono moltissimi quelli che non hanno installato Office e quindi Word, proprio perchè non ne hanno la necessità d'uso.

Una cosa da fare è quella di assegnare l'apertura dei file *.docx a questo programma che può essere fatta o dal sistema operativo quando ci chiede con quale programma aprire quel determinato file oppure direttamente dal programma stesso dalle Option/Set Docx come programma visualizzatore di default dei file Docx.

Scompattare il file scaricato in una cartella ed utilizzarlo senza installazione.

Features

  1. Portable. This tool need no installation, you can take it wherever you need to view docx file.
  2. Light. This 600KB program can view the files as MS WordViewer which is 50MB of size does.
  3. Fast. With Wonder Studio's Direct DocX technology, it works ten times faster than OpenXML Viewer(on Firefox) and much faster than any other docx viewer.
  4. Accurate. You will see much more accurate layout and appearance than Google's "view as HTML" and OpenXML Viewer.
DOWLOAD

sabato 24 aprile 2010

RISPARMIARE L'ALIMENTAZIONE DELLA BATTERIA NEI PORTATILI



Risparmiare l'alimentazione a batteria
La carica della batteria potrebbe esaurirsi in momenti poco opportuni, ad esempio nel corso di un'importante riunione o durante un lungo volo. Nonostante i progressi tecnologici compiuti, la durata della batteria di un portatile è limitata a una singola carica. L'unica soluzione è sfruttare al meglio l'energia disponibile.

Se si dispone di poco tempo
utilizzare la combinazione Risparmio di energia per prolungare al massimo la durata della batteria. È sempre possibile tornare a questo articolo successivamente per provare altri suggerimenti per il risparmio di energia. Per scegliere la combinazione Risparmio di energia, aprire Opzioni risparmio energia nel Pannello di controllo.

È probabile che si conoscano già alcuni accorgimenti per avere sempre accesso a una fonte di alimentazione, ad esempio portare con sé una batteria aggiuntiva oppure il cavo di alimentazione in modo da poter ricaricare il portatile quando è disponibile una presa di corrente. Per informazioni sulla modalità di ricarica della batteria più appropriata, consultare le istruzioni del produttore.

Quando però queste strategie non sono applicabili, è possibile seguire i suggerimenti riportati di seguito per prolungare la durata della batteria del computer:

Scegliere una combinazione per il risparmio di energia che consenta di ridurre il consumo di energia

Una combinazione per il risparmio di energia è un insieme di impostazioni hardware e software che consente di controllare le modalità in cui il portatile gestisce l'energia. In Windows 7 sono disponibili due combinazioni predefinite tralasciando la terza: Risparmio elevato per motivi ovvii:

Bilanciato: ottimizza le prestazioni e la luminosità dello schermo quando necessario e riduce il consumo di energia quando il computer è inattivo.

Risparmio di energia: è la scelta più appropriata per prolungare la durata della batteria. Gli svantaggi sono un rallentamento della prestazioni e una minore luminosità dello schermo.

Il produttore del computer potrebbe rendere disponibili combinazioni aggiuntive.

Per modificare la combinazione per il risparmio di energia
Fare clic sull'icona del misuratore di alimentazione nell'area di notifica sulla barra delle applicazioni di Windows.
Misuratore di alimentazione con le combinazioni per il risparmio di energia
Selezionare una delle combinazioni per il risparmio di energia predefinite, ovvero Bilanciato o Risparmio di energia.
È inoltre possibile creare combinazioni per il risparmio di energia personalizzate.

Ridurre la luminosità dello schermo
Lo schermo può consumare più energia di qualsiasi altro componente del computer, persino più del disco rigido e della CPU. In alcuni portatili è disponibile un apposito pulsante che consente di modificare la luminosità dello schermo. Per verificare se è presente, vedere la documentazione del computer oppure visitare il sito Web del produttore. È inoltre possibile regolare la luminosità dello schermo nel Pannello di controllo tramite Opzioni risparmio energia.

Ridurre il periodo di tempo prima dell'attenuazione o della disattivazione dello schermo da parte di Windows
Quando non si utilizza il portatile, anche per periodi brevi, è possibile risparmiare energia impostando Windows in modo che attenui o disattivi automaticamente lo schermo dopo un determinato periodo di inattività.

Per impostare il periodo di tempo prima dell'attenuazione o della disattivazione dello schermo da parte di Windows
Fare clic per aprire Opzioni risparmio energia.
Nella pagina Selezionare una combinazione per il risparmio di energia fare clic su Specifica impostazioni di disattivazione dello schermo nel riquadro a sinistra.

In questo modo vengono modificate solo le impostazioni della combinazione attualmente impostata. Per modificare le impostazioni di un'altra combinazione, fare clic su Modifica impostazioni combinazione accanto alla combinazione che si desidera modificare.
Nella pagina Modifica le impostazioni per il piano scegliere le impostazioni dello schermo che si desidera utilizzare per questa combinazione per il risparmio di energia quando il portatile è alimentato a batteria o da rete elettrica.
Fare clic su Salva cambiamenti.
Spegnere o rimuovere dispositivi non utilizzati
Molti dispositivi USB consumano energia per il semplice fatto di essere collegati. Se si utilizza un mouse USB, è possibile risparmiare energia scollegandolo e utilizzando un touch pad o una penna del Tablet PC. Se si utilizza un'unità flash USB, scollegarla quando non è in uso.
Spegnere i dispositivi wireless integrati e PC Card
Questi dispositivi consumano energia. Se non sono necessari, è consigliabile spegnerli.

RISPARMIARE L'ALIMENTAZIONE DELLA BATTERIA NEI PORTATILI



Risparmiare l'alimentazione a batteria
La carica della batteria potrebbe esaurirsi in momenti poco opportuni, ad esempio nel corso di un'importante riunione o durante un lungo volo. Nonostante i progressi tecnologici compiuti, la durata della batteria di un portatile è limitata a una singola carica. L'unica soluzione è sfruttare al meglio l'energia disponibile.

Se si dispone di poco tempo
utilizzare la combinazione Risparmio di energia per prolungare al massimo la durata della batteria. È sempre possibile tornare a questo articolo successivamente per provare altri suggerimenti per il risparmio di energia. Per scegliere la combinazione Risparmio di energia, aprire Opzioni risparmio energia nel Pannello di controllo.

È probabile che si conoscano già alcuni accorgimenti per avere sempre accesso a una fonte di alimentazione, ad esempio portare con sé una batteria aggiuntiva oppure il cavo di alimentazione in modo da poter ricaricare il portatile quando è disponibile una presa di corrente. Per informazioni sulla modalità di ricarica della batteria più appropriata, consultare le istruzioni del produttore.

Quando però queste strategie non sono applicabili, è possibile seguire i suggerimenti riportati di seguito per prolungare la durata della batteria del computer:

Scegliere una combinazione per il risparmio di energia che consenta di ridurre il consumo di energia

Una combinazione per il risparmio di energia è un insieme di impostazioni hardware e software che consente di controllare le modalità in cui il portatile gestisce l'energia. In Windows 7 sono disponibili due combinazioni predefinite tralasciando la terza: Risparmio elevato per motivi ovvii:

Bilanciato: ottimizza le prestazioni e la luminosità dello schermo quando necessario e riduce il consumo di energia quando il computer è inattivo.

Risparmio di energia: è la scelta più appropriata per prolungare la durata della batteria. Gli svantaggi sono un rallentamento della prestazioni e una minore luminosità dello schermo.

Il produttore del computer potrebbe rendere disponibili combinazioni aggiuntive.

Per modificare la combinazione per il risparmio di energia
Fare clic sull'icona del misuratore di alimentazione nell'area di notifica sulla barra delle applicazioni di Windows.
Misuratore di alimentazione con le combinazioni per il risparmio di energia
Selezionare una delle combinazioni per il risparmio di energia predefinite, ovvero Bilanciato o Risparmio di energia.
È inoltre possibile creare combinazioni per il risparmio di energia personalizzate.

Ridurre la luminosità dello schermo
Lo schermo può consumare più energia di qualsiasi altro componente del computer, persino più del disco rigido e della CPU. In alcuni portatili è disponibile un apposito pulsante che consente di modificare la luminosità dello schermo. Per verificare se è presente, vedere la documentazione del computer oppure visitare il sito Web del produttore. È inoltre possibile regolare la luminosità dello schermo nel Pannello di controllo tramite Opzioni risparmio energia.

Ridurre il periodo di tempo prima dell'attenuazione o della disattivazione dello schermo da parte di Windows
Quando non si utilizza il portatile, anche per periodi brevi, è possibile risparmiare energia impostando Windows in modo che attenui o disattivi automaticamente lo schermo dopo un determinato periodo di inattività.

Per impostare il periodo di tempo prima dell'attenuazione o della disattivazione dello schermo da parte di Windows
Fare clic per aprire Opzioni risparmio energia.
Nella pagina Selezionare una combinazione per il risparmio di energia fare clic su Specifica impostazioni di disattivazione dello schermo nel riquadro a sinistra.

In questo modo vengono modificate solo le impostazioni della combinazione attualmente impostata. Per modificare le impostazioni di un'altra combinazione, fare clic su Modifica impostazioni combinazione accanto alla combinazione che si desidera modificare.
Nella pagina Modifica le impostazioni per il piano scegliere le impostazioni dello schermo che si desidera utilizzare per questa combinazione per il risparmio di energia quando il portatile è alimentato a batteria o da rete elettrica.
Fare clic su Salva cambiamenti.
Spegnere o rimuovere dispositivi non utilizzati
Molti dispositivi USB consumano energia per il semplice fatto di essere collegati. Se si utilizza un mouse USB, è possibile risparmiare energia scollegandolo e utilizzando un touch pad o una penna del Tablet PC. Se si utilizza un'unità flash USB, scollegarla quando non è in uso.
Spegnere i dispositivi wireless integrati e PC Card
Questi dispositivi consumano energia. Se non sono necessari, è consigliabile spegnerli.

venerdì 23 aprile 2010

OFFICE 2007 INSTALLAZIONE SU WINDOWS 7




Un semplice cambiamento fatto in Windows 7 del Registro di sistema può causare che il sistema operativo risulti inaccessibile agli utenti finali per le impostazioni delle funzionalità del controllo account utente.

Secondo l'azienda di Redmond, l'Office 97 è stato identificato come la fonte del problema. Microsoft spiega che il problema si verifica solo in scenari in cui gli utenti finali tentano di installare Office 97. Infatti è l' installazione di Office 97, che è responsabile della modifica del Registro di sistema che taglia fuori l'accesso alle impostazioni di UAC di Windows 7.

In Windows 7 ", sistema e sicurezza" pannello di controllo è possibile cambiare User Account Control (UAC) impostazioni. In User Account Control finestra di dialogo Impostazioni, si sposta il controllo barra di scorrimento per le notifiche, e quindi si fa clic sul pulsante OK. In questo scenario, la finestra di dialogo non si chiude, e nessun cambiamento risulta possibile.

Microsoft non offre un hotfix o un aggiornamento destinato a risolvere il problema specifico. Tuttavia, l'azienda di Redmond ha fornito una correzione manuale. Gli utenti saranno tenuti a riparare in sostanza, i problemi creati con l'installazione di Office 97 su Windows 7. In sostanza, gli utenti possono mettere insieme un file che potrà modificare il Registro di Windows 7.

Per questo, avranno bisogno di niente più che del Blocco note. Essi avranno bisogno di creare un file con il nome UAC.reg e posizionarlo sul desktop.
Dovranno copiare e incollare nel Notepad il seguente testo fra gli asterischi, chiamarlo, UAC.reg, salvare e chiudere il testo editor Notepad.

*************************************************************

Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_CLASSES_ROOT]

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC5-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleDocument"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC5-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="6"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC5-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC6-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleDocumentView"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC6-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="16"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC6-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC7-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleDocumentSite"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC7-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="4"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC7-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC8-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IEnumOleDocumentViews"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC8-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="7"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC8-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC9-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="6"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC9-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCA-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="5"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCA-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCB-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleCommandTarget"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCB-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="5"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCB-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

*********************************************************

Lanciare il file UAC.reg e confermare la sua immissione nel registry 5.

OFFICE 2007 INSTALLAZIONE SU WINDOWS 7




Un semplice cambiamento fatto in Windows 7 del Registro di sistema può causare che il sistema operativo risulti inaccessibile agli utenti finali per le impostazioni delle funzionalità del controllo account utente.

Secondo l'azienda di Redmond, l'Office 97 è stato identificato come la fonte del problema. Microsoft spiega che il problema si verifica solo in scenari in cui gli utenti finali tentano di installare Office 97. Infatti è l' installazione di Office 97, che è responsabile della modifica del Registro di sistema che taglia fuori l'accesso alle impostazioni di UAC di Windows 7.

In Windows 7 ", sistema e sicurezza" pannello di controllo è possibile cambiare User Account Control (UAC) impostazioni. In User Account Control finestra di dialogo Impostazioni, si sposta il controllo barra di scorrimento per le notifiche, e quindi si fa clic sul pulsante OK. In questo scenario, la finestra di dialogo non si chiude, e nessun cambiamento risulta possibile.

Microsoft non offre un hotfix o un aggiornamento destinato a risolvere il problema specifico. Tuttavia, l'azienda di Redmond ha fornito una correzione manuale. Gli utenti saranno tenuti a riparare in sostanza, i problemi creati con l'installazione di Office 97 su Windows 7. In sostanza, gli utenti possono mettere insieme un file che potrà modificare il Registro di Windows 7.

Per questo, avranno bisogno di niente più che del Blocco note. Essi avranno bisogno di creare un file con il nome UAC.reg e posizionarlo sul desktop.
Dovranno copiare e incollare nel Notepad il seguente testo fra gli asterischi, chiamarlo, UAC.reg, salvare e chiudere il testo editor Notepad.

*************************************************************

Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_CLASSES_ROOT]

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC5-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleDocument"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC5-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="6"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC5-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC6-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleDocumentView"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC6-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="16"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC6-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC7-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleDocumentSite"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC7-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="4"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC7-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC8-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IEnumOleDocumentViews"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC8-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="7"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC8-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC9-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="6"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCC9-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCA-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="5"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCA-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCB-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}]
@="IOleCommandTarget"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCB-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\NumMethods]
@="5"

[HKEY_CLASSES_ROOT\Interface\{B722BCCB-4E68-101B-A2BC-00AA00404770}\ProxyStubClsid32]
@="{A4A1A128-768F-41E0-BF75-E4FDDD701CBA}"

*********************************************************

Lanciare il file UAC.reg e confermare la sua immissione nel registry 5.

giovedì 22 aprile 2010

RIPRISTINO DELLE ASSOCIAZIONE DEI FILES



Usando il nostro computer con Windows può succedere che in particolari circostanze venga perduta l'associazione dei file e per questa ragione sia impossibile una loro apertura perchè viene a mancare proprio l'abbinamento.

Un esempio classico è un infezione virale, debellata la quale, ci si trovi in questa circostanza spiacevole. Vediamo come fare:

Apriamo GESTIONE ATTIVITA' con i comandi CTRL+SHIFT+ESC ed in questa finestra FILE/NUOVA ATTIVITA', TENENDO PREMUTO CTRL.

avremo la finestra del prompt dove facendo un esempio per l'associazione dei file a EXE digiteremo:

assoc.exe=exefile

e premo invio

Allo stesso modo potremo riparare le altre associazioni delle quali metto l'elenco:

assoc.323=h323file
assoc.386=vxdfile
assoc.aca=Agent.Character.2
assoc.acf=Agent.Character.2
assoc.acs=Agent.Character2.2
assoc.acw=acwfile
assoc.ai=
assoc.aif=AIFFFile
assoc.aifc=AIFFFile
assoc.aiff=AIFFFile
assoc.ani=anifile
assoc.aps=
assoc.asa=aspfile
assoc.ascx=
assoc.asf=ASFFile
assoc.asm=
assoc.asmx=
assoc.asp=aspfile
assoc.aspx=
assoc.asx=ASXFile
assoc.au=AUFile
assoc.AudioCD=AudioCD
assoc.avi=avifile
assoc.bat=batfile
assoc.bfc=Briefcase
assoc.bin=
assoc.bkf=msbackupfile
assoc.blg=PerfFile
assoc.bmp=Paint.Picture
assoc.bsc=
assoc.c=
assoc.cab=CLSID\{0CD7A5C0-9F37-11CE-AE65-08002B2E1262}
assoc.cat=CATFile
assoc.cda=CDAFile
assoc.cdf=ChannelFile
assoc.cdx=aspfile
assoc.cer=CERFile
assoc.cgm=
assoc.chk=chkfile
assoc.chm=chm.file
assoc.clp=clpfile
assoc.cmd=cmdfile
assoc.cnf=ConferenceLink
assoc.com=comfile
assoc.cpl=cplfile
assoc.cpp=
assoc.crl=CRLFile
assoc.crt=CERFile
assoc.css=CSSfile
assoc.csv=
assoc.CTT=MessengerContactList
assoc.cur=curfile
assoc.cxx=
assoc.dat=
assoc.db=dbfile
assoc.dbg=
assoc.dct=
assoc.def=
assoc.der=CERFile
assoc.DeskLink=CLSID\{9E56BE61-C50F-11CF-9A2C-00A0C90A90CE}
assoc.dib=Paint.Picture
assoc.dic=
assoc.diz=
assoc.dll=dllfile
assoc.dl_=
assoc.doc=WordPad.Document.1
assoc.dos=
assoc.dot=
assoc.drv=drvfile
assoc.dsn=MSDASQL
assoc.dun=dunfile
assoc.DVD=DVD
assoc.emf=emffile
assoc.eml=Microsoft Internet Mail Message
assoc.eps=
assoc.exe=exefile
assoc.exp=
assoc.ex_=
assoc.eyb=
assoc.fif=
assoc.fnd=fndfile
assoc.fnt=
assoc.Folder=Folder
assoc.fon=fonfile
assoc.ghi=
assoc.gif=giffile
assoc.grp=MSProgramGroup
assoc.gz=
assoc.h=
assoc.hhc=
assoc.hlp=hlpfile
assoc.hpp=
assoc.hqx=
assoc.ht=htfile
assoc.hta=htafile
assoc.htc=
assoc.htm=htmlfile
assoc.html=htmlfile
assoc.htt=HTTfile
assoc.htw=
assoc.htx=
assoc.hxx=
assoc.icc=icmfile
assoc.icm=icmfile
assoc.ico=icofile
assoc.idb=
assoc.idl=
assoc.idq=
assoc.iii=iiifile
assoc.ilk=
assoc.imc=
assoc.inc=
assoc.inf=inffile
assoc.ini=inifile
assoc.ins=x-internet-signup
assoc.inv=
assoc.inx=
assoc.in_=
assoc.isp=x-internet-signup
assoc.its=ITS File
assoc.IVF=IVFFile
assoc.java=
assoc.jbf=
assoc.jfif=pjpegfile
assoc.job=JobObject
assoc.jod=Microsoft.Jet.OLEDB.4.0
assoc.jpe=jpegfile
assoc.jpeg=jpegfile
assoc.jpg=jpegfile
assoc.JS=JSFile
assoc.JSE=JSEFile
assoc.latex=
assoc.lib=
assoc.lnk=lnkfile
assoc.local=
assoc.log=txtfile
assoc.lwv=LWVFile
assoc.m14=
assoc.m1v=mpegfile
assoc.m3u=m3ufile
assoc.man=
assoc.manifest=
assoc.MAPIMail=CLSID\{9E56BE60-C50F-11CF-9A2C-00A0C90A90CE}
assoc.mdb=
assoc.mht=mhtmlfile
assoc.mhtml=mhtmlfile
assoc.mid=midfile
assoc.midi=midfile
assoc.mmf=
assoc.mmm=MPlayer
assoc.mov=
assoc.movie=
assoc.mp2=mpegfile
assoc.mp2v=mpegfile
assoc.mp3=mp3file
assoc.mpa=mpegfile
assoc.mpe=mpegfile
assoc.mpeg=mpegfile
assoc.mpg=mpegfile
assoc.mpv2=mpegfile
assoc.msc=MSCFile
assoc.msg=
assoc.msi=Msi.Package
assoc.msp=Msi.Patch
assoc.MsRcIncident=MsRcIncident
assoc.msstyles=msstylesfile
assoc.MSWMM=Windows.Movie.Maker
assoc.mv=
assoc.mydocs=CLSID\{ECF03A32-103D-11d2-854D-006008059367}
assoc.ncb=
assoc.nfo=MSInfo.Document
assoc.nls=
assoc.NMW=T126_Whiteboard
assoc.nsc=
assoc.nvr=
assoc.nws=Microsoft Internet News Message
assoc.obj=
assoc.ocx=ocxfile
assoc.oc_=
assoc.odc=
assoc.otf=otffile
assoc.p10=P10File
assoc.p12=PFXFile
assoc.p7b=SPCFile
assoc.p7c=certificate_wab_auto_file
assoc.p7m=P7MFile
assoc.p7r=SPCFile
assoc.p7s=P7SFile
assoc.pbk=pbkfile
assoc.pch=
assoc.pdb=
assoc.pds=
assoc.pfm=pfmfile
assoc.pfx=PFXFile
assoc.php3=
assoc.pic=
assoc.pif=piffile
assoc.pko=PKOFile
assoc.pl=
assoc.plg=
assoc.pma=PerfFile
assoc.pmc=PerfFile
assoc.pml=PerfFile
assoc.pmr=PerfFile
assoc.pmw=PerfFile
assoc.pnf=pnffile
assoc.png=pngfile
assoc.pot=
assoc.pps=
assoc.ppt=
assoc.prf=prffile
assoc.ps=
assoc.psd=
assoc.psw=PSWFile
assoc.qds=SavedDsQuery
assoc.rat=ratfile
assoc.rc=
assoc.RDP=RDP.File
assoc.reg=regfile
assoc.res=
assoc.rle=
assoc.rmi=midfile
assoc.rnk=rnkfile
assoc.rpc=
assoc.rsp=
assoc.rtf=rtffile
assoc.sam=
assoc.sbr=
assoc.sc2=
assoc.scf=SHCmdFile
assoc.scp=txtfile
assoc.scr=scrfile
assoc.sct=scriptletfile
assoc.sdb=appfixfile
assoc.sed=
assoc.shb=DocShortcut
assoc.shs=ShellScrap

Fonte=www.raymond.cc/blog

RIPRISTINO DELLE ASSOCIAZIONE DEI FILES



Usando il nostro computer con Windows può succedere che in particolari circostanze venga perduta l'associazione dei file e per questa ragione sia impossibile una loro apertura perchè viene a mancare proprio l'abbinamento.

Un esempio classico è un infezione virale, debellata la quale, ci si trovi in questa circostanza spiacevole. Vediamo come fare:

Apriamo GESTIONE ATTIVITA' con i comandi CTRL+SHIFT+ESC ed in questa finestra FILE/NUOVA ATTIVITA', TENENDO PREMUTO CTRL.

avremo la finestra del prompt dove facendo un esempio per l'associazione dei file a EXE digiteremo:

assoc.exe=exefile

e premo invio

Allo stesso modo potremo riparare le altre associazioni delle quali metto l'elenco:

assoc.323=h323file
assoc.386=vxdfile
assoc.aca=Agent.Character.2
assoc.acf=Agent.Character.2
assoc.acs=Agent.Character2.2
assoc.acw=acwfile
assoc.ai=
assoc.aif=AIFFFile
assoc.aifc=AIFFFile
assoc.aiff=AIFFFile
assoc.ani=anifile
assoc.aps=
assoc.asa=aspfile
assoc.ascx=
assoc.asf=ASFFile
assoc.asm=
assoc.asmx=
assoc.asp=aspfile
assoc.aspx=
assoc.asx=ASXFile
assoc.au=AUFile
assoc.AudioCD=AudioCD
assoc.avi=avifile
assoc.bat=batfile
assoc.bfc=Briefcase
assoc.bin=
assoc.bkf=msbackupfile
assoc.blg=PerfFile
assoc.bmp=Paint.Picture
assoc.bsc=
assoc.c=
assoc.cab=CLSID\{0CD7A5C0-9F37-11CE-AE65-08002B2E1262}
assoc.cat=CATFile
assoc.cda=CDAFile
assoc.cdf=ChannelFile
assoc.cdx=aspfile
assoc.cer=CERFile
assoc.cgm=
assoc.chk=chkfile
assoc.chm=chm.file
assoc.clp=clpfile
assoc.cmd=cmdfile
assoc.cnf=ConferenceLink
assoc.com=comfile
assoc.cpl=cplfile
assoc.cpp=
assoc.crl=CRLFile
assoc.crt=CERFile
assoc.css=CSSfile
assoc.csv=
assoc.CTT=MessengerContactList
assoc.cur=curfile
assoc.cxx=
assoc.dat=
assoc.db=dbfile
assoc.dbg=
assoc.dct=
assoc.def=
assoc.der=CERFile
assoc.DeskLink=CLSID\{9E56BE61-C50F-11CF-9A2C-00A0C90A90CE}
assoc.dib=Paint.Picture
assoc.dic=
assoc.diz=
assoc.dll=dllfile
assoc.dl_=
assoc.doc=WordPad.Document.1
assoc.dos=
assoc.dot=
assoc.drv=drvfile
assoc.dsn=MSDASQL
assoc.dun=dunfile
assoc.DVD=DVD
assoc.emf=emffile
assoc.eml=Microsoft Internet Mail Message
assoc.eps=
assoc.exe=exefile
assoc.exp=
assoc.ex_=
assoc.eyb=
assoc.fif=
assoc.fnd=fndfile
assoc.fnt=
assoc.Folder=Folder
assoc.fon=fonfile
assoc.ghi=
assoc.gif=giffile
assoc.grp=MSProgramGroup
assoc.gz=
assoc.h=
assoc.hhc=
assoc.hlp=hlpfile
assoc.hpp=
assoc.hqx=
assoc.ht=htfile
assoc.hta=htafile
assoc.htc=
assoc.htm=htmlfile
assoc.html=htmlfile
assoc.htt=HTTfile
assoc.htw=
assoc.htx=
assoc.hxx=
assoc.icc=icmfile
assoc.icm=icmfile
assoc.ico=icofile
assoc.idb=
assoc.idl=
assoc.idq=
assoc.iii=iiifile
assoc.ilk=
assoc.imc=
assoc.inc=
assoc.inf=inffile
assoc.ini=inifile
assoc.ins=x-internet-signup
assoc.inv=
assoc.inx=
assoc.in_=
assoc.isp=x-internet-signup
assoc.its=ITS File
assoc.IVF=IVFFile
assoc.java=
assoc.jbf=
assoc.jfif=pjpegfile
assoc.job=JobObject
assoc.jod=Microsoft.Jet.OLEDB.4.0
assoc.jpe=jpegfile
assoc.jpeg=jpegfile
assoc.jpg=jpegfile
assoc.JS=JSFile
assoc.JSE=JSEFile
assoc.latex=
assoc.lib=
assoc.lnk=lnkfile
assoc.local=
assoc.log=txtfile
assoc.lwv=LWVFile
assoc.m14=
assoc.m1v=mpegfile
assoc.m3u=m3ufile
assoc.man=
assoc.manifest=
assoc.MAPIMail=CLSID\{9E56BE60-C50F-11CF-9A2C-00A0C90A90CE}
assoc.mdb=
assoc.mht=mhtmlfile
assoc.mhtml=mhtmlfile
assoc.mid=midfile
assoc.midi=midfile
assoc.mmf=
assoc.mmm=MPlayer
assoc.mov=
assoc.movie=
assoc.mp2=mpegfile
assoc.mp2v=mpegfile
assoc.mp3=mp3file
assoc.mpa=mpegfile
assoc.mpe=mpegfile
assoc.mpeg=mpegfile
assoc.mpg=mpegfile
assoc.mpv2=mpegfile
assoc.msc=MSCFile
assoc.msg=
assoc.msi=Msi.Package
assoc.msp=Msi.Patch
assoc.MsRcIncident=MsRcIncident
assoc.msstyles=msstylesfile
assoc.MSWMM=Windows.Movie.Maker
assoc.mv=
assoc.mydocs=CLSID\{ECF03A32-103D-11d2-854D-006008059367}
assoc.ncb=
assoc.nfo=MSInfo.Document
assoc.nls=
assoc.NMW=T126_Whiteboard
assoc.nsc=
assoc.nvr=
assoc.nws=Microsoft Internet News Message
assoc.obj=
assoc.ocx=ocxfile
assoc.oc_=
assoc.odc=
assoc.otf=otffile
assoc.p10=P10File
assoc.p12=PFXFile
assoc.p7b=SPCFile
assoc.p7c=certificate_wab_auto_file
assoc.p7m=P7MFile
assoc.p7r=SPCFile
assoc.p7s=P7SFile
assoc.pbk=pbkfile
assoc.pch=
assoc.pdb=
assoc.pds=
assoc.pfm=pfmfile
assoc.pfx=PFXFile
assoc.php3=
assoc.pic=
assoc.pif=piffile
assoc.pko=PKOFile
assoc.pl=
assoc.plg=
assoc.pma=PerfFile
assoc.pmc=PerfFile
assoc.pml=PerfFile
assoc.pmr=PerfFile
assoc.pmw=PerfFile
assoc.pnf=pnffile
assoc.png=pngfile
assoc.pot=
assoc.pps=
assoc.ppt=
assoc.prf=prffile
assoc.ps=
assoc.psd=
assoc.psw=PSWFile
assoc.qds=SavedDsQuery
assoc.rat=ratfile
assoc.rc=
assoc.RDP=RDP.File
assoc.reg=regfile
assoc.res=
assoc.rle=
assoc.rmi=midfile
assoc.rnk=rnkfile
assoc.rpc=
assoc.rsp=
assoc.rtf=rtffile
assoc.sam=
assoc.sbr=
assoc.sc2=
assoc.scf=SHCmdFile
assoc.scp=txtfile
assoc.scr=scrfile
assoc.sct=scriptletfile
assoc.sdb=appfixfile
assoc.sed=
assoc.shb=DocShortcut
assoc.shs=ShellScrap

Fonte=www.raymond.cc/blog

BLOCCO AGLI UTENTI STANDARD DI ACCEDERE AD UN COMPUTER BASATO SU WINDOWS SERVER 2008 E SU WINDOWS 7



Per risolvere il problema del titolo Microsoft mette a disposizione un HOTFIX:

* Un hotfix è intesa come correzione di uno specifico problema.
* L'hotfix è applicabile solo al sistema dove lo specifico problema è stato riscontrato.
* L'installazione di hotfix non corrette può danneggiare il sistema.
* Se non si è sicuri che l'hotfix non è specifica per il proprio sistema, si prega di non installare l'hotfix.
* Gli Hotfix sono inclusi nelle service pack successive da installare preferibilmente da Microsoft Update.

Seguendo il wizard che parte da questa pagina potrete, dopo aver immesso tutte le informazioni che sono richieste ed un indirizzo valido di posta elettronica ricevere , via email, il sito dove effettuare il download della hotfix richiesta.

RICHIESTA HOTFIX

Al link qui sotto ci sono tutti gli Hotfixes di Windows 7:

TUTTI I FIX DI WINDOWS 7

BLOCCO AGLI UTENTI STANDARD DI ACCEDERE AD UN COMPUTER BASATO SU WINDOWS SERVER 2008 E SU WINDOWS 7



Per risolvere il problema del titolo Microsoft mette a disposizione un HOTFIX:

* Un hotfix è intesa come correzione di uno specifico problema.
* L'hotfix è applicabile solo al sistema dove lo specifico problema è stato riscontrato.
* L'installazione di hotfix non corrette può danneggiare il sistema.
* Se non si è sicuri che l'hotfix non è specifica per il proprio sistema, si prega di non installare l'hotfix.
* Gli Hotfix sono inclusi nelle service pack successive da installare preferibilmente da Microsoft Update.

Seguendo il wizard che parte da questa pagina potrete, dopo aver immesso tutte le informazioni che sono richieste ed un indirizzo valido di posta elettronica ricevere , via email, il sito dove effettuare il download della hotfix richiesta.

RICHIESTA HOTFIX

Al link qui sotto ci sono tutti gli Hotfixes di Windows 7:

TUTTI I FIX DI WINDOWS 7